La papessa

La regola dovrebbe essere: TE arrivi per ultima a lavoro e TE saluti.

Invece TE arrivi con comodo 3 ore dopo di me…ti metti alla cassa e non passi a salutare noi della cucina….

Stai 3 ore a fanasega lavorare e dopo te ne rivai, di nuovo senza salutare nessuno.

Io questa cosa la chiamo ignoranza.

TE te credi snobbe, mavvaffanculova.

wpid-20150117_194846.jpg

con l’occasione vi presento la mia nuova divisa

Annunci

H2O

wpid-img_20141107_092916.jpg

Il locale bello era bello. Molto alla moda,un po’ niuiorchese.

Uno stile polivalente, polifunzionale dicono [?]

All’ingresso ci accoglie una bella ragazza tutta in tiro che gentilmente ci spiega che alle 19,30 è un po’ presto per cenare [volto lo sguardo e noto la saletta affianco piena di gentefichissima che sta facendo l’aperitivo e s’ingozza].

Ci fa comunque accomodare. Diamo una rapida occhiata al menù.

C’è  di tutto, dalla classica crocchetta alla tartara di fassona piemontese.

Optiamo per due classiche margherite [eravamo usciti pe ‘na pizzetta]

In realtà la mia margherita fatta alla napoletana, ossia un po’ alta, era gommosetta [Cirano me l’aveva detto].

Ma la chicca di questo politutto è stata l’acqua: DU EURI PE L’ACQUA DER SINDACO non ce li aveva mai chiesti nessuno.