L’uguaglianza non è trattare tutti allo stesso modo

https%3a%2f%2f41.media_.tumblr.com%2f6dc8187d0d55f4f612b561eacb7157b5%2ftumblr_nh5ke5wwae1t0v0p6o1_1280.jpg

Vieni qui, a papino tuo, che ti voglio raccontare una storia.

Non hai sonno, lo capisco, le bambole ti son venute a noia, non ti preoccupare, sdraiamoci qui sul tappeto, chiudiamo la luce, e stai a sentire.

C’era una volta una ragazza, chiamiamola Luce.

Luce amava correre.

Correva in continuazione.

Correva nel corridoio, proprio come te, correva dal fratellino, correva dalla mamma quando le si sbucciava un ginocchio.

Correva a scuola, in palestra, correva al cinema, lungo il campo di calcio, incitando i compagni.

Il suo sogno erano le Olimpiadi… eh cosa sono, sono dei giochi cui partecipano bambini da tutto il mondo. Mancava poco a questi giochi, lei si allenava duro ogni giorno, anche se non aveva i soldini per avere maestri importanti, lei si allenava, e come sudava, papino, come sudava.

Continua qui

Annunci

13 pensieri su “L’uguaglianza non è trattare tutti allo stesso modo

  1. Quell’articolo è veramente una fogna putrefatta. Mi sono fermata prima di metà perché mi veniva da vomitare, veramente, ma quella “descrizione” della nascita, i genitori sgomenti, l’abisso che si apre sotto i loro piedi, cosa abbiamo fatto per meritarci una simile sciagura… Io qui interverrei con il mio metodo preferito: la pannocchia arroventata nel culo. Adesso vado a fare il mio dovere, comunque.

    Liked by 1 persona

  2. Grazie Rachel. La condivisione è importante quando c’è da dirne quattro ad un mass media che si presta a bieco bieco bieco sentimentalismo da strapazzo infarcito di parole che manco Moccia avrebbe concepito. Una macchia che andrebbe lavata a sputi..

    Liked by 1 persona

  3. Tra l’altro il “giornalista” racconta del medico che dice ai genitori che la sindrome è in forma più grave di quanto si pensasse (? Si pensava in base a cosa? In due ore hanno verificato che è più grave in quale modo?). Ora, uno che abbia una pur vaghissima idea di che cosa sia una sindrome di Down, solo guardando per due secondi il viso di quella ragazza si rende perfettamente conto che si tratta di un caso di sindrome di Down particolarmente lieve. Quindi non solo inventa una storia di pessimo gusto e offensiva per un sacco di persone, ma la inventa, oltretutto, senza neppure sapere di che cosa sta parlando. Rettifico quanto ho scritto sopra: due pannocchie nel culo. In contemporanea.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...