Scecspir in lov

C’erano ‘na volta Romeo e Giulietta.

Questa è ‘na storia de parecchi anni fa , intorno ar milletrecento.

Li du’ regazzi se conobbero alla festa de Purim de la famija de Giulietta, ‘na Spizzichino da parte de padre, Piperno da parte de madre, ‘na gnevrimme* inzomma.

RJ_1

La festa de Purim

Romeo era ngarelle**, un bravo regazzetto senza grilli pe’ la testa, tutto casa e famija.

Bastò ‘no sguardo tra li du pischelli pe fa’ scocca’ la scintilla, l’amore, la passione, la voja de rivedesse [pe’ tutta la vita].

Solo dopo er fatto, dopo l’innamoramento, solo allora li du regazzi scoprirono de esse li fiji de du famije rivali.

La famija de Romeo Laziale, oltre che ngarelle, quella de Giulietta Romanista, oltre che gnevrimme.

Du mondi opposti, destinati a volesse male.

Ma l’amore e la foja*** ebbero la meglio su tutto er resto.

‘Na sera Romeo glie va puro sotto la loggetta, glie dedica parole d’amore e lei, tutta ngrifata****, glie risponne:

“RomeoRomeo, perchè si tu Romeo, rinnega la tua squadra, er tu nome, li colori de la bandiera tua…….”

2. R&G Cukor 1936

Alla loggetta

Pe’ loro però poteva annà bene puro così, fino a che non lo scoprirono le famije.

Li regazzi decisero de fujì, de sposasse de niscosto e annassene a vive pe conto loro da nartra parte, fori porta.

Il matrimonio fu romanticissimo, erano soli soletti, se giurarono amore eterno dinnanzi ar sindaco della città.

99-303690-000103

er sindaco in una sua espressione intelligente

Pe magnà c’era la concia, l’aliciotto co l’indivia, il carciofo alla giudìa, la cacio e pepe, lo stravedo*****

Certo, lei non fece in tempo manco a preparasse un corredo come D-o comanna, ma lui nun ce fece caso.

Vissero felici e contenti tutti i giorni della loro vita, tranne durante li derby.

roma-lazio-3-a-2

Giulietta mentre sfotte giocosamente Romeo

[Tutto questo per dirvi che io stasera tifo Verona perché amo da impazzire la storia di Romeo e Giulietta, mai e poi mai mi sognerei di gufare la Lazio, che peraltro sta vincendo fori porta].

Glossario:

*ebrea

**non ebreo

***attrazione sessuale

****sessualmente eccitata

*****il meglio che si potesse trovare in giro

Annunci

5 pensieri su “Scecspir in lov

  1. ‘Nnàggia ahò, sempre ‘sto càrcio! Nun ze poteva appijàrse a n’artro argomento? Che so: Adamo e Deva lì, si sono conosciuti in un centro sociale dove Deva faceva l’infiltrata del III° Celere, e pure Adamo, ma non lo sapeva (Adamo, più bravo di 007, sapeva mantenere i segreti anche verso se se stesso); Giulietta (era Deva, ma in incognito) disse a Romeo (che non si sa chi era perché era un segreto): “che, sei un poliziotto?” e lui: “che, se vede?” perché in realtà era un carabiniere travestito da celerino mascherato da Adamo sotto le false spoglie di Romeo che a dir la verità era Domineddìo truccato da Gabriele (l’arcangelo che ingelosì Giuseppe); e Giuseppe chi era? – Omissis.
    Disse Omissis: “compagni, ora basta farsi le pere: facciamoci le mele” – per noi è facile scoprire che Omissis era Sàtana, ma, allora, non si sapeva. Che le mele erano più tossiche delle pere. E così Romeo-Gabbriele-Dio-Adamo-Ermenegildo-Andreotti (c’entra sempre) si trovò a farsi le mele sotto gli occhi di Giulietta, capitano aggiunto della questura di Sappada, che lo corcò di legnate (è una abitudine delle questure) e appena il poveretto non respirò più, gli fece una respirazione boccabbòcca per non finir nelle grane. Tutti la videro con il muso a tromba insufflare il morto e così nàccue la leggenda di Renzo e Lucia, o come cazzo si chiamavano, che si vollero bene tanto da schiattare all’unìsono.
    E anche perché, avendo Romeo-Gualtiero-Dio-Sandrone-Gabrièle-Pippetopolìno un alito da averno, la donna (ma in realtà era un cane antidroga benissimo truccato) gli pigliò un conato di dimensioni sì strapazzanti, che si rigirò come un guanto, finendosela così.

    Oh, ragazzi, altro che scèsspir.

    Mi piace

    • ‘mazza che storia fica la tua, o era un fico, si, una foglia di fico. Ma se invece de la mela, o de la pera come dichi tu, fosse stato un fico d’India il frutto proibbito? Ma nun sarebbe stato mejo? Co’ tutte que’ spine e quanno so sarebbero magnato!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...